Home / Articoli / Scopri i vantaggi di una casa in legno

Scopri i vantaggi di una casa in legno

Chiunque ad un certo punto della vita mette su casa. La parte difficile è costruire una casa del cuore.
Un posto non soltanto per dormire, ma anche per sognare.
Un posto dove crescere una famiglia con amore,
un posto non per trovare riparo dal freddo ma un angolino tutto nostro da cui ammirare il cambiamento delle stagioni;
un posto non semplicemente dove far passare il tempo, ma dove provare gioia per il resto della vita.
(Sergio Bambaren)

La dimora domestica è da sempre il luogo in cui ci si sente liberi ma al sicuro, dove ci si può rilassare in qualsiasi momento della giornata e che rispecchia fedelmente la personalità e le esigenze di chi la abita.

La concezione tradizionale della casa è tuttavia da sempre legata al mattone: immaginiamo che la struttura della nostra abitazione sia costruita in muratura poiché pensiamo sia il solo materiale solido resistente al tempo e agli agenti atmosferici.
Tuttavia, le tecniche di costruzione avanzate permettono di ottenere dal legno risultati uguali o superiori a quelli del laterizio, in termini di resistenza, durata, sicurezza e qualità.

Perché allora scegliere una casa in legno?

1) Velocità di costruzione

L’aspetto più rilevante è la velocità di costruzione.

Rispetto ad una casa in laterizio, la casa in legno prevede che la struttura e gli elementi portanti dell’abitazione vengano realizzati all’interno dell’impianto di produzione, per poi essere montati in cantiere sull’interrato o il basamento predisposto. Spesso intere pareti dell’edificio arrivano in cantiere già assemblate riducendo drasticamente il tempo impiegato dai carpentieri per l’assemblaggio.
Una volta assemblate le pareti, la struttura non necessita di alcun tempo d’attesa, come accade invece nelle costruzioni in muratura, rendendo possibile procedere immediatamente con le successive fasi di lavorazione.
Basti pensare che il tempo impiegato per la realizzazione della struttura portante (fino al tetto) di un’abitazione mono o bifamiliare è di circa 6/8 giorni lavorativi; e che per portare a completamento i lavori di finitura fino al “chiavi in mano” ci vogliono dai 3 ai 6 mesi.
Il tutto da quando la struttura in legno viene scaricata in cantiere.

2) Costi certi ed economicità

Un altro aspetto importante sono i prezzi certi e vantaggiosi.
La casa in legno proprio per il suo aspetto di produzione, necessita di essere accuratamente progettata, determinando preventivi dettagliati fin nel più piccolo particolare col risultato di avere costi certi e corretti fin dall’inizio, senza sorprese in fase di costruzione.
Inoltre i tempi di costruzione ridotti favoriscono le economicità di cantiere riducendo anche i costi finali.
Il tutto genera un circolo virtuoso che permette di risparmiare ottenendo un’abitazione più economica o di maggior pregio a parità di costo di una costruzione in muratura.

3) Resistenza al sisma

La casa in legno trova in questo materiale la miglior risposta alle sollecitazioni sismiche. Il legno infatti è un materiale elastico e leggero.La massa del legno è circa ¼ di quella del calcestruzzo, questo significa che le forze distruttive che agiscono sulla struttura sono ridotte di ¾. Inoltre la sua naturale elasticità gli permette di deformarsi sotto l’azione delle forze del sisma assorbendone gli effetti.
Le moderne costruzioni in legno sono poi progettate con elementi piani ( tipo x-lam, legno massiccio a strati incrociati) che sotto l’effetto di un sisma sono molto più resistenti rispetto alle strutture tradizionali a pilastri in quanto permettono di distribuire le forze distruttive su tutto l’elemento piano piuttosto che su un singolo pilastro.

4) Sostenibilità

Molte imprese operanti nel campo dell’edilizia e delle infrastrutture si sono ormai attivate per mettere in atto tecniche di costruzione e ristrutturazione eco-compatibili o comunque a basso impatto ambientale, partendo proprio dall’impiego del legno in luogo del mattone.

Le moderne case costruite in legno, rispetto a quelle in muratura tradizionale, hanno una efficienza energetica sensibilmente superiore grazie alla naturale funzione di regolazione climatica svolta dal legno.
Questo, infatti, è in grado di trattenere e rilasciare calore, rendendo le abitazioni più vivibili anche in inverno e consentendo un risparmio di energia.
La presenza del legno in un’abitazione rende altresì l’ambiente caldo ed accogliente e permette di portare tra le mura domestiche una parte di natura.
Il legno è infatti un materiale vivo in grado di svolgere molte delle funzioni svolte dagli alberi: regolare naturalmente il livello di umidità, assorbire anidride carbonica con effetti protettivi sul clima e rigenerare l’aria, ridurre l’inquinamento elettromagnetico, etc.
Il legno è inoltre una risorsa rinnovabile che esiste in natura e che non deve essere prodotto.
Quanto invece alla durata e alla resistenza del legno, che rappresentano le maggiori preoccupazioni dei sostenitori del cemento, occorre sapere che il legno impiegato per la costruzione di abitazioni, oltre ad essere essiccato e di altissima qualità, subisce una serie di processi chimici finalizzati a conferire al materiale maggiore resistenza agli agenti atmosferici e a preservare il suo stato di salute, rallentandone il deterioramento.
Si tratta, nel dettaglio, di sostanze fungicide e insetticide ad alto grado di tossicità verso agenti e organismi che vivono nel legno e si nutrono di esso, siano essi insetti, muffe o funghi, mentre non presentano rischi per i mammiferi e l’organismo umano.

Nell’edilizia vengono inoltre impiegati agenti chimici igniritardanti che riducono significativamente il rischio di incendio. A questo proposito, va segnalato che la combustione del legno inizia ad una temperatura non inferiore ai 300 gradi e procede in modo lento e progressivo, mentre il cemento inizia a perdere le proprie caratteristiche strutturali già a 200 gradi con modalità imprevedibili e tendenza a crolli.
Insomma, se la progettazione e la manutenzione sono costanti e corrette, una casa in legno può durare per sempre. Dal punto di vista architettonico, inoltre, il legno si presta ad essere modellato molto più del mattone, per cui un’abitazione in legno può rispondere ad ogni esigenza di stile ed essere realizzata nella più totale creatività e libertà progettuale, senza trascurare i tempi di costruzione e montaggio, nettamente inferiori a quelli necessari per realizzare un’abitazione in muratura.
A testimonianza della durevolezza e della qualità delle case in legno si pensi alle abitazioni largamente diffuse negli Stati Uniti e ai vari edifici storici presenti in tutta Europa.

Anche i Giapponesi hanno realizzato numerosi templi in legno che nonostante molti sismi, sono ancora presenti dopo tanti secoli, come testimonianza della qualità di questo materiale. Si veda ad esempio il tempio di Horuiy, edificato nell’ottavo secolo.